Archivio per marzo 2019

NO A CHI VUOL DIVIDERE POPOLI E PAESI: IL 30 MARZO A SEŽANA (SLOVENIA) INIZIATIVA SIMBOLICA DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI PARTIGIANE DI ITALIA, SLOVENIA, CROAZIA PER UN’EUROPA UNITA, ANTIFASCISTA E ANTIRAZZISTA

29 marzo 2019

FratellisenzaConfini

 

No a chi vuol dividere italiani, sloveni e croati; i confini siano un ponte di unità e non una barriera: con questo spirito si svolgerà sabato 30 marzo in Slovenia una particolare iniziativa promossa dalle associazioni partigiane nazionali dell’Italia, della Croazia, della Slovenia e dalla associazione partigiana di lingua slovena della Carinzia (Austria). Il titolo è “Fratelli senza confini – Italiani, sloveni e croati uniti contro nazionalismi, neofascismi e razzismi”. Contro chi ancora oggi vuole dividere popoli e Paesi, le associazioni partigiane rilanciano l’unità e la loro scelta europeista, ricordando la comune lotta resistenziale che ha determinato la sconfitta del nazifascismo. L’iniziativa, fortemente simbolica, si svolgerà a Sežana (Slovenia) alle ore 11: i presidenti nazionali parleranno nella sala consiliare in via Partizanska cesta 4; vi sarà la deposizione di una corona di fiori davanti al monumento alle vittime del fascismo e la simbolica piantumazione di un albero in terra slovena, con le radici in terra italiana e croata. 

Parleranno Tit Turnšek, presidente ZZ NOB (Slovenia), Franjo Habulin, presidente SABA (Croazia), Carla Nespolo, Presidente nazionale ANPI.

OGGI: le Fosse ardeatine

24 marzo 2019

L’eccidio delle Fosse Ardeatine fu l’uccisione di 335 civili e militari italiani, prigionieri politici, ebrei o detenuti comuni, trucidati a Roma il 24 marzo 1944 dalle truppe di occupazione tedesche come rappresaglia per l’attentato partigiano di via Rasella, compiuto il 23 marzo da membri dei GAP romani, in cui erano rimasti uccisi 33 soldati del reggimento “Bozen” appartenente alla Ordnungspolizei dell’esercito tedesco. L’eccidio non fu preceduto da nessun preavviso da parte tedesca.

 

“Ciao Tina, pasionaria della libertà”

20 marzo 2019

20 Marzo 2019

21 MARZO 2019: XXIV GIORNATA IN RICORDO DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE.

20 marzo 2019

Ricordare le vittime di mafia deve essere un impegno quotidiano: diventiamo protagonisti di una memoria responsabile e collettiva!

“Abbiamo un debito di riconoscenza nei confronti di chi è stato assassinato: sono morti, ma sono ancora vivi, perché le loro speranze devono camminare sulla nostre gambe. Dobbiamo essere noi più vivi, più veri, più coraggiosi per costruire ancora più vita.” (d. Luigi Ciotti)

continua su Anpi e società

Incontri a Tarquinia

18 marzo 2019

Giuseppe De Marzo “Per amore della terra” presenta la Prof.sa Cinzia Brandi

Enrico Mannari “Lezioni sulla democrazia” presenta il Dott. Antonio Paone

Vai alla sezione

“Il massacro in Nuova Zelanda parla anche all’Italia: sia alto e forte l’allarme contro il razzismo”

15 marzo 2019

15 Marzo 2019

ANPI 8 MARZO

4 marzo 2019

il manifesto

“Non si perda il patrimonio di passione democratica e antifascista che il 2 marzo ha affollato Milano”

4 marzo 2019

4 Marzo 2019

“Buon lavoro a Nicola Zingaretti. È ora di un rinnovato e unitario impegno per la piena attuazione della Costituzione”

4 marzo 2019

4 Marzo 2019

Dichiarazione della Presidente Nazionale nazionale ANPI, Carla Nespolo

Invio, a nome dell’ANPI, i complimenti a Nicola Zingaretti per la sua elezione a Segretario del Partito Democratico e gli auguri di buon lavoro. La grande partecipazione di cittadine e cittadini alle primarie sia uno stimolo forte ad un rinnovato e unitario impegno per la piena attuazione della Costituzione repubblicana. C’è un’Italia che chiede di cambiare strada. Ci sono bisogni, diritti sociali e civili insoddisfatti la cui realizzazione non può essere più rimandata. C’è un neofascismo molto aggressivo che va contrastato con risolutezza.

Carla Nespolo – Presidente nazionale ANPI