“Chiedo con forza le dimissioni del Ministro Fontana. Le sue dichiarazioni violano la Costituzione”

3 agosto 2018 Nessun commento »

3 Agosto 2018

Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo, a seguito dell’affermazione “Tanti nemici, tanto onore” del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini

30 luglio 2018 Nessun commento »

“È gravissimo e inaccettabile che un Ministro della Repubblica italiana, nata dalla Resistenza, faccia suo lo stile propagandistico di Mussolini, un criminale, guerrafondaio, massacratore della libertà e dei più deboli. Il sentiero su cui Matteo Salvini ha avviato il suo “operato” si scontra sempre di più col dettato di democrazia e civiltà della Costituzione. Si ponga fine immediatamente – mi appello ai silenti alleati di Governo del Ministro dell’Interno – a queste continue e nostalgiche aberrazioni”.

Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo.

30 luglio 2018

E’ morta Adriana Romoli, combattente partigiana

11 luglio 2018 Nessun commento »

Foto di archivio storico sulla Liberazione di Roma.

 

“Non dimenticate il compito che vi affidiamo: proseguire verso un mondo che sarà
migliore solo con il vostro impegno, così come noi vecchi partigiani, staffette e patrioti
ancora stiamo facendo.” Adriana Romoli

Il comitato provinciale dell’Anpi (Associazione  Nazionale Partigiani d’Italia) , insieme a tutti gli iscritti delle sezioni di  Civita Castellana, Montefiascone, Nepi, Orte,Tuscania e Viterbo e della città di Vasanello, piangono la morte e ricordano con affetto, stima e profonda gratitudine Adriana Romoli e sono vicini, in questo momento di profondo dolore a tutta la  sua famiglia.

Adriana Romoli, nata il 7 dicembre 1928, prese parte giovanissima, con il nome di Anna, alla lotta di Resistenza.

Combattente partigiana,insieme alla sorella Luciana,  fu protagonista e testimone di molti episodi  che portarono alla liberazione di Roma dai nazifascisti.

La sua opposizione al fascismo iniziò da giovanissima quando all’età di 10 anni, per aver difeso una sua compagna di scuola ebrea, discriminata dalle leggi razziali entrate in vigore nel 1938, fu espulsa da tutte le scuole statali e insieme alla sorella dovette continuare  gli  studi  da autodidatta.

(In allegato  il ricordo e la testimonianza  del loro impegno antifascista scritto dalla sorella Luciana).

A 12 anni cominciò anche a lavorare come tipografa lavoro che continuò tutta la vita e la portò a diventare  dirigente del sindacato Poligrafici e Cartai.

Fu anche dirigente della   F.G.C.I. –Federazione giovanile comunista italiana- di Roma insieme a Carla Capponi, Marisa Muso Luciana Franzinetti.

Si occupò con forza, costanza  e tenacia  della vita  e delle necessità degli abitanti delle borgate romane privati del diritto alla casa.

Pacifista convinta sempre in lotta  dalla parte degli ultimi e dei più bisognosi.

Adriana Romoli ci ha mostrato un impegno e  dato una testimonianza di vita che chiedono oggi a tutti  di  scuotersi dall’indifferenza e di opporsi al nuovo fascismo,  quello che continua a generare  in ogni parte del mondo razzismo, violenza,  discriminazione contro le donne,omofobia, ingiustizia,  diritti umani negati, popoli interi annientati dalle guerre nascoste e dalla fame, centinaia di migliaia di migranti respinti e che muoiono ogni giorno in mare o nei lager della Libia e della Turchia.

Siamo grati a Adriana  per la sua vita, per il suo insegnamento che cercheremo di seguire ed onorare e che indichiamo ad esempio a tutti i cittadini e in particolare ai giovani.

Sarà possibile dare l’estremo saluto ad Anna  domani, giovedì 12 luglio 2018, presso la camera ardente della Casa di Cura di Nepi- via dell’umiltà- ( località Settevene- Nepi)dalle ore 10 alle 13.

 

Il Comitato provinciale dell’Anpi di Viterbo e  le sezioni della provincia di Viterbo

 

Viterbo, 11 luglio 2018

Il 7 luglio tutti con una maglietta rossa perché i bambini sono patrimonio dell’umanità

3 luglio 2018 Nessun commento »

3 Luglio 2018

Appello di ANPI, Arci, Azione cattolica italiana, Legambiente, Libera e Rete della Conoscenza

11 giugno 2018 Nessun commento »

11 giugno 2018

La chiusura dei porti italiani alla nave Aquarius e alla Sea Watch 3, annunciata dal ministro Salvini, è una soluzione inaccettabile. La Convenzione di Amburgo del 1979 e le altre norme internazionali sul soccorso marittimo, oltre che i fondamentali principi di solidarietà, impongono che le persone soccorse in mare debbano essere sbarcate nel primo “porto sicuro” sia per prossimità geografica sia dal punto di vista del rispetto dei diritti umani. L’Italia non può voltare le spalle, ogni migrante, tra cui tante donne e bambini indifesi, è prima di tutto una persona costretta a lasciare la propria terra, a causa di guerre, fame, siccità e disastri ambientali, per cercare la sopravvivenza altrove chiedendo accoglienza e asilo. Non si faccia l’imperdonabile errore di chiudersi nei confini della propria nazione, di alzare nuovi muri di odio e paura che non fanno bene al Paese e che aumentano ancora di più le disuguaglianze. Per questo chiediamo al Governo che vengano riaperti immediatamente i porti italiani per accogliere le navi che soccorrono i migranti.

Mai più fascismi mai più razzismi – Bologna 2 Giugno 2018

4 giugno 2018 Nessun commento »

Di seguito, i link ai podcast degli interventi. La diretta audio è stata curata da Radio Articolo 1  (emittente della CGIL nazionale)

Carla Nespolo

 Francesca Chiavacci

 Renato Balduzzi

 Virginio Merola

 Carmelo Barbagallo

Anpi – Nepi “Si metta subito fine al governo Lega-Movimento 5 Stelle e al suo programma anticostituzionale, discriminatorio e razzista”

4 giugno 2018 Nessun commento »

Sezione Anpi ( Associazione nazionale partigiani d’Italia) “ Emilio Sugoni” di Nepi

“Si metta subito fine al governo Lega-Movimento 5 Stelle e al suo programma anticostituzionale, discriminatorio  e razzista”

In questi giorni dopo l’insediamento del governo sostenuto dalla Lega e dal Movimento 5 Stelle abbiamo avuto modo di ripensare e rileggere alla luce della nostra Costituzione anche le parole di don Lorenzo Milani, una delle personalità più … [C.P. e Sezioni]

“Il Governo dopo il guazzabuglio”: intervista alla Presidente Nazionale ANPI, Carla Nespolo, sul nuovo numero di www.patriaindipendente.it , il quindicinale online dell’Associazione

2 giugno 2018 Nessun commento »

“Siamo davanti ad una forte richiesta popolare di cambiamento, questo è evidente. Questa richiesta impone risposte adeguate, soprattutto in termini di rispetto di diritti e di giustizia sociale. L’ANPI non è un partito politico e non spetta a noi dare giudizi su formule politiche di governo, mentre ci compete pienamente ragionare sul merito. E il merito è questo: si rispetti la Carta Costituzionale nella sua essenza, cioè nei valori fondanti della nostra società che sono l’antifascismo, il rifiuto di ogni discriminazione, il diritto al lavoro e alla giustizia sociale, il rispetto dei diritti umani, la pace. E’ questo il messaggio che mi permetto di dare immediatamente al nuovo Presidente del Consiglio. Non entro nei contenuti del programma di governo presentato da M5S e Lega, ma mi sento di dire già in anticipo, per fare un solo esempio, che la norma che limita ai soli bambini italiani l’accesso alle scuole materne ci vedrà, se applicata, in fermo contrasto con essa. Nella nostra società si è diffusa una pericolosa intolleranza verso gli stranieri poveri, lo sappiamo. E’ una buona via d’uscita, per i razzisti di tutte le età, far credere a chi è povero che il nemico è chi è più povero di lui. E’ un inganno tipico del populismo e, in sostanza, di chi non vuol cambiare davvero. Il tema del rapporto tra populismo e democrazia, va seriamente indagato. E’ un nostro impegno, anche teorico, che intendiamo mantenere”.

 

Intervista alla Presidente Nazionale ANPI, Carla Nespolo, sul nuovo numero di www.patriaindipendente.it , il quindicinale online dell’Associazione

 

Leggi tutta l’intervista:  http://www.patriaindipendente.it/persone-e-luoghi/interviste/il-governo-dopo-il-guazzabuglio/

 

L’UFFICIO STAMPA ANPI

Festa della Repubblica italiana 2018

31 maggio 2018 Nessun commento »

Sabato 2 giugno 2018, in piazza dei Caduti a Viterbo, verrà celebrato il 72esimo anniversario della proclamazione della Repubblica italiana.

L’inizio della cerimonia che quest’anno prevede la partecipazione della Fanfara dei Bersaglieri, è previsto per le ore 10,30. 

All’ingresso dei Gonfaloni della Città e della Provincia di Viterbo, all’alzabandiera e alla deposizione della corona d’alloro al Sacello dei Caduti, seguirà la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

La cerimonia proseguirà con la lettura di passi da parte di alcuni studenti della consulta provinciale studentesca di Viterbo.

La manifestazione sarà allietata dagli allievi del liceo Santa Rosa che offriranno un breve intrattenimento musicale.

L’ANPI esprime piena solidarietà al Presidente Mattarella.

29 maggio 2018 Nessun commento »

Il Presidente della Repubblica ha rispettato i doveri affidatigli dalla Costituzione. La richiesta di metterlo in stato di accusa è perciò un atto grave e pericoloso perché può dare spazio a spinte eversive in una fase molto delicata della vita del Paese. Oggi c’è un vero e proprio allarme democratico. Faccio appello a tutte le forze politiche che hanno a cuore la tenuta civile dell’Italia e la saldezza delle Istituzioni, a tutti i cittadini, indipendentemente dalle loro opzioni ideali e dalle loro scelte elettorali, alla massima unità a difesa della Repubblica antifascista e della Costituzione. L’ANPI esprime piena solidarietà al Presidente Mattarella.

 

Carla Nespolo – Presidente Nazionale ANPI

 

28 maggio 2018